Impianti Di Allarme E Videosorveglianza

La progettazione e la realizzazione degli impianti di allarme e videosorveglianza sono momenti di grande importanza per la tutela della proprietà, sia in ambito domestico che in situazioni industriali.
RB Impianti vi aiuta a proteggere ciò che è vostro.

GLI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA: PIU’ DI UN SEMPLICE ANTIFURTO

Gli impianti di allarme e videosorveglianza sono lo strumento più comodo e potente per mettere in atto una vera protezione della vostra casa o della vostra azienda. Agiscono come deterrente, permettono l’identificazione di eventuali intrusi, e tutelano persone e beni materiali. La videosorveglianza interna ed esterna, sia domestica che aziendale, è una decisione responsabile, che innalza drasticamente il livello di sicurezza della vostra proprietà; RB impianti è in grado di seguire interamente la progettazione e la realizzazione del vostro impianto, sia in ambito civile che industriale.

–              Progettazione dell’impianto di allarme e videosorveglianza: La progettazione di questi impianti deve tenere conto dell’effettiva disposizione degli spazi e dei punti di accesso, oltre naturalmente alla superficie reale della zona da monitorare, così da permettere la precisa determinazione del numero e della posizione delle telecamere necessarie alla videosorveglianza dell’intera proprietà.

–              Installazione di telecamere interne ed esterne, fisse o mobili (Dome): Una volta stabilito dove e in che numero installarle, i tecnici di RB Impianti provvederanno a posizionare e collegare tutte le telecamere necessarie; esistono modelli per ogni situazione, sia in interni che in esterni, e in grado di monitorare un punto fisso oppure muoversi per controllare un’area più ampia. Laddove sia poco pratico o esteticamente sgradevole utilizzare cavi, esistono anche telecamere Wi-Fi, che trasmettono le immagini all’impianto di registrazione.

–              Installazione sistema DVR di videoregistrazione: I video acquisiti dalle telecamere dell’impianto di allarme e videosorveglianza verranno registrati e conservati per un tempo determinato, così da permetterne l’analisi anche in un secondo momento rispetto ad un eventuale tentativo di intrusione.

–              Implementazione della gestione tramite smartphone e PC: è possibile integrare nell’impianto la possibilità di effettuare monitoraggio e gestione di tutte le funzioni  anche da remoto.

IMPIANTI ANTI-INTRUSIONE: L’ALLARME PER L’ AZIENDA

Il compito di un impianto antifurto non è soltanto quello di avvisare dei tentativi di intrusione, ma quello di evitarli interamente. A tale scopo, l’integrazione più ovvia e naturale di un impianto di videosorveglianza è quella con un impianto anti-intrusione, sia che si tratti di un ambiente industriale che della propria abitazione. RB Impianti è equipaggiata per seguire tutte le fasi di messa in opera degli impianti anti-intrusione;

–              Progettazione degli impianti anti-intrusione: Un impianto di questo tipo  deve essere progettato in stretta correlazione con la forma e la struttura dell’ambiente che deve proteggere dagli ingressi indesiderati. In base ai possibili punti di accesso, e alle debolezze della struttura, verrà effettuata una progettazione su misura dell’intero impianto per l’applicazione concreta.

–              Installazione della centrale e dei sensori a cavo o wireless: A seconda della situazione particolare e delle possibilità pratiche, si opterà per un impianto collegato via cavo oppure wireless, e si sceglieranno centrali elettroniche e sensori appropriati.

–              Installazione delle sirene: Le sirene rappresentano l’aspetto di dissuasione dell’impianto anti-intrusione; nel caso in cui un malintenzionato tenti l’ingresso, il rumore della sirena lo convincerà a desistere e fuggire, oltre a richiamare l’attenzione delle persone circostanti e delle forze dell’ordine in zona.

–              Installazione dell’allarme nebbiogeno: Fra le ultime novità nel campo dei deterrenti alle intrusioni, gli allarmi di tipo nebbiogeno sono  dispositivi che in risposta ad un’intrusione saturano in pochi istanti l’ambiente di una nebbia completamente atossica e non dannosa per gli oggetti, ma impenetrabile alla vista, che mette i malintenzionati in condizione di non poter continuare nel proprio intento e doversi dare alla fuga.

–              Installazione dei combinatori telefonici: Qualora si desideri essere avvisati dello scattare dell’allarme mentre si è lontani, l’aggiunta all’impianto di un combinatore telefonico permetterà al sistema di effettuare una telefonata nel momento in cui l’allarme sia attivato; allo stesso modo, sarà possibile programmarlo perché avvisi le forze dell’ordine richiedendone l’intervento.

–              Implementazione della gestione dell’impianto anti-intrusione da smartphone: L’intero impianto può essere configurato in modo da essere interamente gestibile da remoto tramite un normale smartphone, attivandolo e disattivandolo o ricevendo notifica della sua attività.

QUANTO COSTA UN IMPIANTO DI ALLARME E VIDEOSORVEGLIANZA?

La grande varietà di situazioni applicative nelle quali vengono impiegati gli allarmi e gli impianti di videosorveglianza ha creato un mercato molto variegato, nel quale è possibile trovare dispositivi dei generi e dei prezzi più diversi; oltre a questo, un’installazione professionale – che va al di là del semplice montaggio di una telecamera fissa per sorvegliare una porta, come abbiamo visto – include anche una progettazione complessa, e non si esaurisce con il semplice costo dei dispositivi da installare. Il costo complessivo di un impianto di allarme di sicurezza, quindi, è molto variabile e dipende da dati – come la dimensione della zona da proteggere, la sua configurazione, e il numero di punti d’accesso – che non è possibile generalizzare. Per quanto riguarda i semplici dispositivi, il mercato offre kit di telecamere e dispositivi associati che possono andare dalle poche decine di euro per i più economici e meno affidabili a svariate centinaia per i modelli dotati di collegamento Wi-Fi e Sim Card.

Va comunque ricordato, sul fronte dei costi, che l’installazione di allarmi e apparati di videosorveglianza e anti-intrusione ricade nelle specifiche enumerate come “messe in sicurezza dell’abitazione”, e quindi la spesa può essere portata in detrazione per il 50% dall’IRPEF, su un periodo di dieci anni; negli anni passati sono anche stati autorizzati crediti d’imposta del 100% per questo genere di spese, e non è quindi escluso che si ripetano agevolazioni di questo tipo.

Contattateci oggi stesso per informazioni o preventivi sulla progettazione e l’installazione di impianti di allarme e videosorveglianza  per la vostra abitazione o la vostra industria: basta cliccare qui!