Realizzare Piccoli Impianti Elettrici

Realizzare Piccoli Impianti Elettrici

COME SI FA A REALIZZARE PICCOLI IMPIANTI ELETTRICI?

In generale, per tutte le operazioni relative alla realizzazione di impianti elettrici anche semplici e di dimensioni ridotte, il consiglio che si può in coscienza dare è quello di non improvvisarsi installatori, e lasciare il compito a dei professionisti – anche per rispettare gli obblighi di progetto e di certificazione di conformità che la legge impone. Ciò nonostante, qualora si desideri assolutamente occuparsi in prima persona della realizzazione del proprio impianto elettrico, è necessario disporre di alcune competenze e operare con ordine.

Sul piano delle competenze, è essenziale che chi opera come installatore disponga di precise conoscenze in campo elettrotecnico, e sappia quindi effettuare i calcoli di potenza impegnata necessari anche al più elementare dimensionamento di un impianto.

Dal punto di vista tecnico, si dovrà – una volta progettato l’impianto stesso – iniziare a marcare lungo le pareti dell’immobile tutte le tracce lungo cui correranno i cavi della corrente; queste andranno poi scalpellate, così da poter procedere alla posa delle canaline e delle scatole di derivazione, oltre naturalmente alle nicchie per i frutti di controllo – ossia gli interruttori – e quelli di servizio, come le prese o i punti luce. Il tutto andrà poi ricoperto, e i muri rasati a regola d’arte.

Fatto questo sarà necessario collegarsi al quadro di derivazione elettrica che eroga la corrente all’immobile, installando anche il contatore ove questo non sia presente. In tal sede si dovrà anche provvedere all’allacciamento dei morsetti di terra, e se necessario ad approntare i necessari dissipatori nel suolo, per permettere la messa a terra – a norme di legge – dell’impianto stesso.